sabato 30 settembre 2017

Pit Stop Parole, silenzio e viceversa



Trovare le parole: per dire, non dire, raccontare, riportare, commentare, riflettere. Le parole sono importanti, è bene non dimenticarlo mai. Alcune ti arrivano addosso come una doccia gelata, altre ti scaldano la pelle, altre ancora ti incendiano di rosso o ti abbattono di nero. Si trattengono le parole a volte, che farle uscire mette dolore tra i nervi e le ossa. E allora al rumore delle parole si preferisce quello del silenzio, che fa rumore anche lui, più forte delle parole a volte. 
Settembre dice fine, domani si gira la pagina del calendario. Si annoteranno altri impegni, si farà mente locale a programmi già fatti se ci sono, si faranno programmi su date a venire volendo. Oppure, si aspetteranno semplicemente gli eventi sui giorni in successione, perché per ora va bene così e altro non si sa o non ci va di sapere e programmare. 


“Dopo la tempesta viene il sereno, spunta in cielo l’arcobaleno…” 
  Mi pare dicesse così una poesia per sempre.




Nessun commento:

Posta un commento